Cenare in Metropolitana? A Londra si può

 -  - 


::cck::448::/cck::
::introtext::

Immagine tratta da youtube.Dire che il mercato del food&wine stia attraversando un momento florido è riduttivo: locali che spuntano come funghi un po’ ovunque, festival enogastronomici che proliferano in giro per la penisola

::/introtext::
::fulltext::

Dire che il mercato del food&wine stia attraversando un momento florido è riduttivo: locali che spuntano come funghi un po’ ovunque, festival enogastronomici che proliferano in giro per la penisola, temporary restaurants che appaiono e scompaiono, cene clandestine a casa di sconosciuti.
In Italia il tema è scottante e anche all’estero non è da meno. In Inghilterra, ma soprattutto a Londra, da sempre all’avanguardia in fatto di ristorazione, l’ultima stravaganza in materia di cibo sono le cene nella metropolitana. Si chiama The Underground Supper ed è una trovata di due soci, lo chef Alex Cooper e l’imprenditore Tom Fothergill che hanno fondato il club Basement Galley.
L’intento del duo era di organizzare delle cene gourmet segrete ed in luoghi fuori dal comune. Hanno iniziato ad ospitarle nel loro appartamento di Brixton e, visto il successo, hanno pensato bene di traghettare le serate all’interno della metro, luogo prediletto da ben 3 milioni di pendolari ogni giorno che ne usufruiscono per andare a lavoro. All’Underground Supper Club si cena con amici e perfetti sconosciuti in una vecchia metropolitana dismessa, un vagone della Victoria Line del 1967. La carrozza si trova all’interno del deposito museo di Walthamstow nel nord –est di Londra e, oltre alla vecchia “tube” vi sono autobus e camion dei pompieri.
La cena ha un costo fisso, vengono servite 5 portate ed il menu cambia a seconda delle stagioni. Gli ospiti sono incoraggiati a presentarsi e fare amicizia nell’ottica di conoscere altre persone con la stessa passione per il buon cibo e la convivialità.
Visto il successo (i mesi di Marzo e Aprile sono già sold out) il duo sta progettando le prossime cene gourmet all’interno di una chiatta olandese dismessa del 1914 ed ancorata a Barking.

 http://www.basementgalley.com/

::/fulltext::
::autore_::di Clio Morichini::/autore_:: ::cck::448::/cck::

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aspetta un attimo...

Sottoscrivi la nostra newsletter

Vuoi essere avvisato quando pubblichiamo nuovi articoli? Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.