In breve

La sfida di New York

• Bookmarks: 10


::cck::2186::/cck::
::introtext::

New York. 1993-1998. Menzione (Alassio, 1949) è oggi un ambasciatore in pensione. Iniziò la carriera diplomatica nel 1975 e, dopo sedi asiatiche e sudamericane, operò alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite dal 1991 al 1996.

::/introtext::
::fulltext::

Copertina: La sfida di New York di Elio Menzione - Rubettino

Autore:
Elio Menzione
Titolo: La sfida
di New York
Editore:
Rubbettino
Pagine: 315
Prezzo: € 19,00

New York. 1993-1998. Menzione (Alassio, 1949) è oggi un ambasciatore in pensione. Iniziò la carriera diplomatica nel 1975 e, dopo sedi asiatiche e sudamericane, operò alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite dal 1991 al 1996. Qui contribuì in modo determinante al primo tentativo di riforma (1993-1998) del Consiglio di Sicurezza, successivo alla fine della guerra fredda. Giappone e Germania elaborarono una strategia per passare da 5 a 7 membri permanenti, ottenendo un certo sostegno da Usa, Francia, Gran Bretagna. Promossa dall’ambasciatore Fulci, per difendere l’interesse nazionale, mantenere aperta la strada al seggio europeo e non aggravare il deficit di democrazia Onu, l’Italia sostenne una diversa strategia. Non prevalse ma impose una diga procedurale che da quasi vent’anni ancora vale. Oggi Elio Menzione, con competenza, garbo e ricco apparato documentale, racconta tutto ne “La sfida di New York”, avvincente e interessante reportage storico.

v.c.

::/fulltext::
::autore_::::/autore_:: ::cck::2186::/cck::

10 recommended
comments icon0 comments
bookmark icon

Write a comment...