Il meglio e il peggio

 -  - 


Chiusi in casa, ma non si può dire senza parole. Anzi. Ne siamo stati inondati, sommersi, sopraffatti di parole; e non solo, anche di video, audio, e-mail,  comunicati e notizie, diffusi con ogni mezzo e da tutte le fonti. Alcune pulite, altre meno. Non sono infatti mancati gli untori che ne hanno approfittato. Alcuni per speculare, altri per diffondere virus informatici, altri ancora addirittura per tentare rapine; i più ottusi, con il complesso delle barbe finte, per spacciare fake news. Ma i più per consolare e farci sorridere; o sentire più vicini, meno soli, in questi giorni di “domiciliari” imposti più che dalla legge da una coscienza civica e un amor patrio che avevamo dimenticato esistessero. Tutti ci hanno fatto compagnia e impegnato. Abbiamo così tentato di raccogliere i migliori e i peggiori, a futura memoria.

Il meglio

Il peggio

4 recommended
bookmark icon
Aspetta un attimo...

Sottoscrivi la nostra newsletter

Vuoi essere avvisato quando pubblichiamo nuovi articoli? Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.