Lume Lume

 -  - 


Lume Lume
Nino Vetri
Romanzo
Con una nota di Andrea Camilleri
Sellerio Palermo
2021 (prima edizione 2010)
Pag. 131, euro 14

Palermo. Non solo qualche anno fa. Un giovane palermitano con moglie e figli ha sempre in mente un’antica canzone rumena con un gran crescendo di voci e fiati, crede si chiami Lume Lume e voglia dire “gente, mondo”, gli piace, vorrebbe suonarla, ma non conosce le parole. Cerca sul vocabolario, domanda in giro. Ha come vicini quattro rumeni, non trova la risposta. Chiede incerti lumi anche all’altro vicino Mohammed, musulmano del Bangladesh. Va al mercato con una ragazza francese che ogni tanto affitta una stanza nello stesso ballatoio, uno zingaro con la fisarmonica gliela canta ma s’inventa le parole. Niente da fare, nonostante continui a incrociare le tante etnie, religioni, costumanze, credenze del quartiere. Il protagonista narra con leggerezza e acume “Lume Lume” in prima scanzonata persona e, secondo Camilleri nella nota iniziale, il libro di Nino Vetri (Palermo, 1964) è da leggere almeno due volte, per la felicità di scrittura e come manuale di convivenza col mondo. Ottimo.

bookmark icon
Aspetta un attimo...

Sottoscrivi la nostra newsletter

Vuoi essere avvisato quando pubblichiamo nuovi articoli? Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.