In breve

Eredità colpevole: il noir storico di Diego Zandel

• Bookmarks: 2


Eredità colpevole
Diego Zandel
Noir storico
Voland Roma
2023
Pag. 244 euro 19

Roma e Trieste. Un paio di decenni fa. Il giornalista e scrittore Guido Lednaz è amico del giudice Gigi La Spina, si vedono per commentare il processo che ha visto assolto (“difetto di giurisdizione”) Josip Strčić, imputato di genocidio contro gli italiani, i reati tra maggio 1945, con l’entrata delle truppe titine a Fiume, e febbraio 1947, con il Trattato che sancì, a partire dal successivo 15 settembre, il passaggio di quasi tutta l’Istria alla Jugoslavia. Le associazioni di destra attaccano il giudice, che viene poi ucciso davanti al portone di casa, cinque colpi, l’ultimo alla testa, un’esecuzione. L’amico decide di indagare sul passato (pure Goli Otok) e sul presente (altre morti). Nel ben congegnato noir “Eredità colpevole”, Guido è ispirato al bravissimo autore Diego Zandel (campo di profughi fiumani di Servigliano, 1948), l’imputato a Piškulić, capo della polizia politica di Tito e autore di eccidi nelle foibe. Il titolo si collega alle ultime righe, una delle “soluzioni”.

2 recommended
bookmark icon