La statua della Baviera a Monaco, foto di Alvise Predieri, tutti i diritti riservati

Crollano i partiti moderati di centro, vincono gli estremisti

Polarizzazione politica in Baviera
di Massimo Predieri, foto di Alvise Predieri

Il partito democristiano CSU, alleato essenziale del governo Merkel, ha subito nella sua ricca roccaforte bavarese una sconfitta storica. Con un risultato elettorale del 37,3% perde oltre 10 punti percentuali rispetto alle elezioni precedenti. Ancora più forte è la sconfitta dei Socialdemocratici al 9,6%, che dimezzano la loro presenza nel parlamento regionale.

I grandi vincitori sono a sinistra i Verdi e a destra la AfD. Gli ambientalisti sono ora il secondo partito in Baviera con il 17,8% delle preferenze, mentre dal lato opposto il partito nazionalista ed euroscettico AfD supera per la prima volta la soglia di sbarramento del 5% ed entra con il 10,7% nel parlamento regionale di Monaco.Distribuzione dei seggi nel parlamento regionale bavarese, elaborazione grafica italiani.net

Distribuzione dei seggi nel nuovo parlamento bavarese (elaborazione grafica di italiani.net).

Nessun Land tedesco ha subito uno sconvolgimento politico così radicale in questi ultimi decenni. Sotto la guida costante dei democristiani la Baviera si è trasformata nel dopoguerra da regione agricola ed arretrata in ricca e moderna area industriale e dei servizi. Mentre la regione abbracciava la modernità, la politica della CSU rimaneva arroccata su linee conservatrici. Ora che una buona parte del suo elettorato le ha voltato le spalle, la CSU dovrà imparare la delicata e faticosa arte del negoziato per formare una coalizione di governo.

Di fatto, con i seggi di Freie Wähler, un partito locale conservatore e tradizionalista, e dei liberali dell’FDP, ci sono i numeri per una coalizione conservatrice che consenta alla CSU di rimanere al governo della Baviera.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.