Riceviamo e pubblichiamo

Scientology precisa
Redazione

Sul numero 88 di “italiani”, online dal 25 marzo scorso, abbiamo pubblicato l’articolo di Antonello Cannarozzo dal titolo “Il diavolo, se lo conosci lo eviti”. In relazione a tale articolo, abbiamo ricevuto la richiesta che pubblichiamo di seguito, cui segue l’opinione dell’autore dell’articolo citato.


Corso di formazione per esorcisti, la posizione di Scientology
Egregio Direttore,
Alla pagina http://www.italiani.net/index.php/societ%C3%A0/427-il-diavolo,-se-lo-conosci-lo-eviti.html, Antonello Cannarozzo, riferisce di un un corso di formazione per preti cattolici che aspirano a diventare esorcisti tenutosi vicino Palermo menzionando anche a Scientology. Il fatto che Scientology venga citata in questo contesto ci fa pensare che gli organizzatori e altri che ne scrivono non abbiano mai preso in esame le sue scritture e nemmeno i pareri redatti da esperti di religione e sociologi di fama nazionale e internazionale che hanno esaminato i suoi principi, i riti e le sue pratiche, giungendo alla medesima conclusione, cioè che Scientology è una religione autentica. Di questo non viene fatta menzione.
Lo stesso giudizio a cui sono giunti i governi dei paesi in cui la Chiesa di Scientology è stata riconosciuta come ente religioso o i suoi ministri godono degli stessi diritti e privilegi riservati ai ministri di confessioni ben più antiche, cioè: Argentina, Australia, Brasile, Costa Rica, Croazia, Ecuador, Filippine, India, Inghiltera, Kazakistan, Kenya, Nepal, Nuova Zelanda, Nicaragua, Olanda, Portogallo, Scozia, Slovenia, Spagna, Sud Africa, Sri Lanka, Svezia, Taiwan, Tanzania, Stati Uniti d'America, Venezuela.
Rispettiamo coloro che credono all’esistenza di un entità soprannaturale malvagia che priverebbe gli esseri umani della facoltà di determinare le loro azioni e ci aspettiamo che i credenti rispettino le diverse migliaia di cittadini italiani di ogni età, ceto sociale e professione che liberamente hanno intrapreso il cammino di riscoperta spirituale che la religione di Scientology offre. Diversamente dovremo cominciare a pensare che, forse, anche l’intolleranza nei confronti di coloro che hanno fedi diverse potrebbe essere opera della volontà prevaricatrice e malvagia dello stesso Maligno.

Cordiali saluti,
Fabrizio D'Agostino
Chiesa di Scientology di Roma


Egregio dott. D'Agostino,
rispondo volentieri alla sua precisazione su Scientology e del coinvolgimento della vostra Chiesa nell'11° incontro di formazione dei sacerdoti esorcisti svoltosi a Palermo dal 4 al 7 Febbraio.
Ciò che mi ha colpito scrivendo l'articolo, e con me le altre decine di giornali, come Repubblica o il Corriere, è stata la relazione su "Scientology e satanismo", pensando che fin'ora gli strali erano rivolti esclusivamente alla Massoneria, alle sette ereticali, alla superstizione, allo spiritismo e quant'altro possa inficiare - almeno secondo i partecipanti - la salute dell'anima.
Per ulteriori considerazioni o chiarimenti, il nostro giornale, come nella sua tradizione, rimane sempre aperto ad ogni riflessione o precisazione che Lei o altri lettori vorranno farci pervenire.
Antonello Cannarozzo

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.