Manifestazione “Liberi di fare”

Liberi di fare per una vita indipendente
di “Liberi di fare”

Liberi di fare
Manifestazioni sincronizzate in tutta Italia
per il diritto all'assistenza personale per le persone disabili
3 - 4 - 5 novembre 2017

PERCHÉ LE MANIFESTAZIONI
Manifestiamo per il diritto all'assistenza personale autogestita perché le persone disabili vogliono vivere come chiunque altro: scegliere cosa fare e quando, con le sole limitazioni che hanno le persone non disabili.
L’assistenza personale autogestita funziona così: la persona disabile – o un tutore, se necessario - assume direttamente assistenti di sua scelta a cui insegna come vuole essere aiutata.

QUAL È LA SITUAZIONE

Ad oggi, molti disabili non autosufficienti vivono agli arresti domiciliari, senza poter fare tutte quelle cose per cui è necessario un aiuto per superare il limite funzionale dato da una condizione medica.
I fondi per l'assistenza sono ancora insufficienti o precari in tutte le regioni d'Italia.
Gran parte dei fondi vanno alle case di cura oppure a servizi in cui è l’ente fornitore a decidere tempi e modalità dell’assistenza. Si incoraggiano così l'istituzionalizzazione, la segregazione, la non scelta e spesso lo spreco di denaro pubblico.
Laddove si stanziano fondi per l'assistenza personale autogestita la situazione cambia da regione a regione: lì dove i fondi sono sufficienti rimangono comunque persone fuori dai progetti.
Spesso non c'è continuità nello stanziare i fondi, quindi la vita di chi è disabile è incerta e precaria, con lo spettro delle case di cura. Inoltre i pagamenti in ritardo anche di mesi costringono le persone ad anticipare somme oppure a rimanere senza assistenti.

COSA CHIEDIAMO:

Chiediamo che venga erogata ad ogni persona disabile (con disabilità di qualunque tipo) a cui serva assistenza personale la somma di cui necessita, secondo il suo bisogno, sulla base di interventi individuali e non standardizzati, come avviene in vari paesi Europei e negli Stati Uniti.
Le manifestazioni #liberidifare vogliono essere un momento di mobilitazione collettiva per informare l’opinione pubblica della gravità del problema e chiedere alla politica risposte concrete.
L’iniziativa è promossa dall’omonimo movimento #liberidifare, una rete di persone disabili e non nata sui social network in seguito alla diffusione di una lettera aperta scritta da Maria Chiara e Elena Paolini, due sorelle disabili di Senigallia (AN).
Fulcro del movimento è l’idea di Vita Indipendente, che promuove la libertà delle persone disabili di compiere scelte ed autodeterminarsi, attraverso l'autogestione dei fondi finalizzati al pagamento di assistenti personali.

Per approfondire:
sito web manifestazioneliberidifare.blogspot.it
pagina facebook www.facebook.com/LiberidiFare/

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.