Consumo di alcol in Europa

Finalmente ultimi!!
di Simona Peroni

Sembrerà una cattiva notizia ed invece gli italiani, che sono i primi in Europa nella corruzione, che sono i primi in Europa per i redditi più bassi e per la disoccupazione, sono gli ultimi nel consumo di alcol.
Questa bandierina, apparentemente nera, ci porta anche ad occupare il secondo posto per longevità (prospettiva di vita 82,4 anni) a pochi passi dalla Spagna che vince con 82,5 anni. Mentre nel 1999 la speranza era di poter arrivare a 74,1 anni, nel 2012 avevamo raggiunto i 79,2 anni. Purtroppo è salito anche il numero delle persone in sovrappeso che conta il 53% della popolazione. Addirittura il 16% è obeso, con un incremento del 12,5% in più rispetto a 10 anni fa. E mentre in Italia, fortunatamente, aumenta il consumo della frutta, in Lituania, Paese che occupa il primo posto nella triste classifica degli alcolisti, il consumo di bevande alcoliche ha un aumento annuale piuttosto elevato. Il commissario UE alla Salute, Vytenis Andriukaitis, in un comunicato congiunto con il segretario dell’OCSE, Angel Gurria, dichiara che la prospettiva di vita sta crescendo velocemente, ma rimane grande la differenza di 8,4 anni tra il primo e l’ultimo Paese classificato.
Il rapporto lancia un allarme anche sulla spesa sanitaria che, nei Paesi presi in esame, scende in media dello 0,9% ogni anno dal 2009 al 2012. In alcuni di questi però la spesa pro-capite è molto più elevata della media UE che è di 2.193 euro annui e tende ad aumentare. L’Italia è a metà classifica, con una spesa di poco superiore alla media UE ( con un calo dell’1% annuale).
La cultura italiana nella scelta, nella qualità e nella varietà del cibo migliore è nota in tutto il mondo e sarà il tema centrale nel Protocollo di Milano - Expo 2015, in cui saranno trattati alimentazione e nutrizione, con un occhio particolare allo spreco alimentare. Ovviamente non sarà trascurato il problema alcolismo, grande preoccupazione della società moderna, con gravi ripercussioni sulla salute e la qualità di vita, soprattutto giovanile.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.