Find Job (fonte foto Pixabay)

Lab-Cos è un'associazione di promozione sociale specializzata nel fornire un sostegno alle persone che hanno perso il lavoro

Disoccupazione: dalle parole ai fatti
di Daria Scienza

Disoccupazione e società

Dal 2008 a oggi, a seguito della grave crisi finanziaria che ha colpito il mondo industrializzato i mercati economici dei singoli Paesi hanno iniziato a guardare con sempre maggiore apprensione l’indice di disoccupazione, ormai considerato il termometro per eccellenza in grado di misurare lo stato di salute o malattia di una nazione. Basti pensare che il lavoro è la fonte primaria che consente all’individuo di accedere ai molti dei diritti di cittadinanza. Certo esistono importanti ammortizzatori sociali che vanno però solo temporaneamente a sostegno del disoccupato e dei suoi famigliari, un sistema di supporto più statico che dinamico quando invece lo sviluppo sostenibile nazionale e internazionale va di pari passo con la capacità di rimettere il più rapidamente in circolo il capitale umano nel settore lavoro.

Disoccupazione e singolo individuo

Il tema diventa ancora più sensibile e articolato se da una veloce analisi del macrocosmo della società cambiamo lenti e ingrandiamo sul microcosmo delle singole persone, scoprendo aspetti psicologici e fisici ben più complessi, difficilmente catalogabili attraverso schemi, tabelle e grafici. È intuibile il carico psicologico ed emotivo che comporta la riorganizzazione e riprogrammazione della propria vita a seguito di un licenziamento o rispetto alla difficoltà di trovare lavoro. Svegliarsi e non ritrovarsi nell’immagine riflessa allo specchio, perché non ci si identifica più in un ruolo specifico e in competenze qualificanti, induce alla sfiducia e persino a un senso di vergogna che incide quindi non solo sulla sfera personale ma anche sulla sfera relativa ai rapporti sociali. Ecco allora che la disoccupazione si trasforma in un vero e proprio malessere dell’epoca contemporanea che può essere caratterizzato da prostrazione, noia, ansia, depressione, senso di inutilità e tendenza all’isolamento.

Lab-Cos e i suoi progetti di supporto psicologico

In questo panorama, e con una spiccata sensibilità al tema presentato, nel 2017 nasce Lab-Cos che si presenta sul territorio nazionale come associazione di promozione sociale specializzata nel fornire un sostegno alle persone che hanno perso il lavoro o a lavoratori, imprenditori e ai loro famigliari che si trovano a dover affrontare un momento di instabilità e difficoltà. Lab Cos si propone di fornire una rete di relazioni per un supporto emotivo concreto alla persona.

Il suo lavoro si declina attraverso percorsi psicologici individuali, corsi di formazione e di gestione dell’ansia, percorsi di sostengo e di confronto in gruppo, oltre che attraverso progetti di più ampio respiro. In particolare, dalla preziosa collaborazione di Lab-Cos e della Società Umanitaria di Milano prende il via lo Sportello di Supporto Psicologico interamente dedicato alle lavoratrici e ai lavoratori disoccupati o in particolari difficoltà economiche, un servizio di prima consulenza gratuita con cadenza ogni due lunedì, dalle 15.00 alle 18.00, previo appuntamento da prendere presso la segreteria della Società Umanitaria (tel. 02-55192966).

Un progetto che si propone di dare finalmente voce a chi si trova a un delicato crocevia della propria vita, per riprendere la giusta direzione ripartendo da se stessi. 

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.