Attualità

Dal passato lumi ed idee per il futuro

• Bookmarks: 4


Dal 27 al 30 ottobre torna a Paestum la Borsa Mediterranea del turismo archeologico 

Mai come nel tempo presente la conoscenza della storia, delle sue dinamiche, delle sue evoluzioni, delle sue tragedie costituisce un valido aiuto per la comprensione degli avvenimenti e un ausilio prezioso per saper identificare le strade migliori da percorrere. Ecco perché rappresenta un importante momento di riflessione, ancorché specialistico e tecnico, quello legato alla XXIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo che nei prossimi giorni, dal 27 al 30 di questo mese, torna nella sua sede elettiva del Parco Archeologico di Paestum e nelle aree del Tabacchificio Cafasso (rilevante esempio di manifattura ormai storica della piana del Sele) nell’area archeologica, nel Museo e nella Basilica.

Come ha sottolineato il Presidente Onorario della Borsa Mounir Bouchenaki, archeologo algerino, Direttore Generale alla Cultura dell’Unesco dal 2000 al 2006 “Il patrimonio culturale riveste particolare importanza come fattore di dialogo interculturale, d’integrazione sociale e di sviluppo economico e la Borsa, riconosciuta quale best practice internazionale da UNESCO e UNWTO, promuove la cooperazione tra i popoli attraverso la partecipazione e lo scambio di esperienze”.

Un appuntamento ricco con 150 espositori (ben 17 territori regionali rappresentati, 12 Regioni, Roma Capitale con il Municipio X e il Ministero della Cultura con 500 mq dedicati ai Parchi e Musei autonomi, dal Colosseo a Paestum e Velia, da Sibari ai Campi Flegrei, dal MANN di Napoli al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e ancora Europa Creativa, Ales, Parco di Gaiola), di cui 20 Paesi Esteri (per la prima volta Arabia Saudita, Libano, Palestina, la Macedonia greca e il ritorno di Cina, Cipro, Spagna). Un’occasione importante con il Ministero della Cultura che presenterà nel proprio spazio espositivo la candidatura della Via Appia Antica, nel percorso integrale da Roma a Brindisi e comprensivo della variante traianea, per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO (4 Regioni, 74 Comuni, 14 Parchi, 13 tra Città Metropolitane e Province, 14 Parchi, 25 Università, 28 uffici dello stesso Ministero, oltre a numerose comunità territoriali si sono uniti per tutelare, valorizzare e promuovere la candidatura di questo percorso, che si sviluppa quasi per intero nel Mezzogiorno d’Italia). L’antico asse di comunicazione, il primo concepito come “via publica”, fu il prototipo dell’intero sistema viario romano con i suoi 120.000 km di lunghezza complessiva.

Come sempre la Borsa sarà ricca di incontri con 100 conferenze (di cui 50 tra incontri e laboratori a cura del Ministero della Cultura) che si svolgeranno in 5 sale in contemporanea con 500 relatori tutti in presenza. Tra le principali di queste iniziative ricordiamo il 27 la Conferenza con i Direttori dei Parchi e Musei Statali Autonomi, occasione ormai di prammatica che dà inzio ai lavori, dopo la riforma del ministro Franceschini del 2014, che ha dato l’autonomia a circa 40 tra Parchi e Musei. Sarà un ampio un confronto sulle tematiche più attuali in termini di gestione, valorizzazione e innovazione.

La prima sessione si occuperà del sostegno del PNRR alle destinazioni, ai parchi e musei archeologici per la valorizzazione dei territori, dei siti e per la promozione del turismo culturale.

Evento in collaborazione con l’Ufficio Italia del Parlamento Europeo con la partecipazione dei vertici del Parlamento Europeo e dei Ministeri del Turismo e della Cultura, dei Presidenti delle Organizzazioni Datoriali (Marina Lalli per Federturismo Confindustria e Vittorio Messina per Assoturismo Confesercenti). Nella seconda sessione Parchi e Musei Archeologici a confronto, un momento di grande interesse con due prestigiosi musei esteri con Ahmed Farouk Ghoneim Direttore Museo Nazionale della Civiltà Egiziana e Fatma Naït Yghil Direttore Museo del Bardo di Tunisi e i fondatori del turismo archeologico organizzato Willy Fassio per Il Tucano Viaggi Ricerca e Piergianni Addis per I Viaggi di Maurizio Levi e Kel12.

Di particolare interesse sarà poi il 28 la conferenza sull’Archeologia Sotterranea in Italia, argomento di crescente interesse anche per le importanti scoperte e conoscenze su un sistema costruitosi nel corso dei secoli per dare risalto ai tanti luoghi sotto le nostre città realizzati dall’uomo, quali caverne, cripte, catacombe, gallerie, labirinti, al fine di individuare contenuti e strumenti per promuovere una offerta contrassegnata da bellezza, unicità, percorsi emozionali, sostenibilità, dove città e territori sono protagonisti.

La partecipazione della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra con il Segretario Generale Mons. Iacobone, dell’ENIT con il Consigliere Pappalardo, del Touring Club Italiano con il Presidente Iseppi con Comuni e Regioni ha l’obiettivo di lanciare un progetto interregionale dei territori protagonisti.

Sempre il 28 sarà occasione della presentazione del progetto co-finanziato dal programma COSME dell’Unione Europea “EU DigiTOUR”, dedicato a PMI e startup del settore turismo per accedere a un programma di supporto tecnico e finanziario. Una opportunità per un pubblico business (in particolare PMI turistiche, policy maker, incubatori, acceleratori con programmi dedicati a startup del turismo) di conoscere dati, trend e progettualità sul tema della Digital Transformation e la sua rilevanza per il settore turistico; poi il tema della formazione in campo digitale ad alto tasso di interazione per un pubblico business e per studenti che vogliono incrementare le proprie competenze e sperimentarle sul campo.

Come ogni anno, la giornata di venerdi sarà dedicata a quello che è il segno distintivo delle giornate della Borsa, l’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, il riconoscimento intitolato al compianto direttore degli scavi di Palmira barbaramente ucciso dai terroristi jihadisti. Il premio viene assegnato dalla BMTA in collaborazione con Archeo, il primo mensile archeologico in Italia, dal 2015 premia le scoperte archeologiche votate dalle principali testate archeologiche internazionali media partner della Borsa.

Ormai alla sua ottava edizione, è l’unico riconoscimento a livello mondiale dedicato alle scoperte archeologiche e ai suoi archeologi, che con sacrificio, dedizione, competenza e ricerca scientifica affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio. Partecipano alla Cerimonia di consegna Fayrouz Asaad figlia archeologa di Khaled, Stefano Ravagnan Inviato Speciale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per la crisi in Siria e Mohamad Saleh Ultimo Direttore del Turismo di Palmira.

Il Premio 2021 sarà conferito per la scoperta della “città d’oro” fondata da Amenhotep III, riaffiorata dal deserto nei pressi di Luxor in Egitto, a Zahi Hawass già Ministro delle Antichità e direttore della Missione archeologica.

Nella giornata del 29 Presentazione di “e-Archeo”, grande progetto nazionale per la valorizzazione multimediale e tecnologica di 8 siti archeologici. Commissionato ad ALES spa dal Ministero della Cultura, il progetto e-Archeo è stato realizzato in collaborazione con diverse università italiane e con il CNR ISPC, con l’intento di offrire una modalità di lettura e fruizione di alcuni siti archeologici con un notevole potenziale narrativo ancora non pienamente espresso.

Sono stati scelti 8 siti del Patrimonio Culturale di fondazione etrusca, greca, fenicio-punica, indigena e romana: Egnazia (Puglia), Sibari (Calabria), Velia (Campania), Nora (Sardegna), Alba Fucens (Abruzzo), Cerveteri (Lazio), Marzabotto (Emilia Romagna) e le Ville di Sirmione e Desenzano (Lombardia). 

Sarà poi la volta della 2ª Conferenza Mediterranea sul Turismo Archeologico Subacqueo e Premio Internazionale di Archeologia Subacquea “Sebastiano Tusa” dal nome del ricercatore che si vide destinatario postumo del riconoscimento nel 2019. Sempre il 29 tornerà il consueto appuntamento degli Incontri con i Protagonisti accademici, giornalisti: Syusy Blady che interviene su “Ingegneri del Cosmo”, un sorprendente viaggio cosmico; Zahi Hawass archeologo, già Ministro egiziano delle Antichità e Direttore degli scavi a Giza, Saqqara e Valle dei Re; Barbara Jatta Direttore Musei Vaticani; Fatma Naït Yghil Direttore Museo del Bardo di Tunisi; Alfonsina Russo Direttore Generale Parco Archeologico del Colosseo. 

Il 30 l’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO presenta il progetto ECO che ricongiunge l’uomo alla sua biosfera. In continuità con la tematica trattata alla BMTA 2021, le azioni suggerite dal Manifesto di AIGU Next Generation You trovano la giusta collocazione nell’ambito di una visione strategica condotta sul territorio nazionale, che ha portato a trattare i contenuti sul Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO allo scorso Italian Youth Forum di Cagliari 2022 e che continuerà a interessare il tema del Living Heritage al prossimo Italian Youth Forum di Torino 2023, dedicato alle Città creative UNESCO. 

Come sempre gli appuntamenti con workshop con i buyer selezionati dall’Enit, provenienti da Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Spagna) e nazionali di ArcheoIncoming che intende sviluppare la domanda turistica di prossimità europea e nazionale da parte dei tour operator specialisti, da sempre vocati all’outgoing, ma dalla pandemia in poi proiettati anche sul nostro Bel Paese. 

Negli ultimi anni la BMTA è orientata nella scelta dei buyer al solo mercato europeo per dare una opportunità agli operatori turistici dell’offerta di recuperare quote della domanda estera di prossimità, che negli ultimi decenni a scapito del Sud Italia ha preferito i paesi competitori più vicini. Inoltre, da ormai quindici edizioni la realtà immersiva nel digitale con Archeovirtual in collaborazione con l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del CNR, con in mostra le produzioni più significative nel panorama internazionale delle tecnologie digitali al servizio del patrimonio. L’edizione 2022 dal tema Verso il Metaverso” vuole introdurre il pubblico alle prospettive, che si delineano nel campo dei nuovi mondi virtuali. Il patrimonio culturale si avvia verso la sfida dei nuovi ambienti immersivi e dei mondi artificiali. 

La BMTA è promossa da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum e Parco Archeologico di Paestum e Velia ed è ideata e organizzata dalla Leader srl, Fondatore e Direttore Ugo Picarelli. Si svolge con il sostegno di MiC Ministero della Cultura, Ministero del Turismo, UNESCO, UNWTO Organizzazione Mondiale del Turismo e in collaborazione con Ufficio del Parlamento Europeo in Italia, ENIT Agenzia Nazionale del TurismoISPC Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del CNR, Provincia di Salerno, e delle istituzioni locali.

4 recommended
bookmark icon