Cultura

PITAGORA E LA SEZIONE AUREA

• Bookmarks: 2


La realtà di Pitagora negli scritti di Adriano Graziotti e di Claudio Lanzi

Ad Amelia un incontro tra geometria, filosofia e alchimia

Per chi non si spaventa di un Universo dove la geometria è bellezza assoluta, l’arte è filosofia, la vita una meraviglia di armonia e di proporzioni come nelle varie parti di un opera d’arte, in una parola un capolavoro euritmico, allora la serata del 24 marzo, alle ore 17, presso Palazzo Petrignani ad Ameliasarà, come vedremo, un esperienza unica. 

Per la prima volta in Italia si svolgerà una tavola rotonda sul genio, sempre attuale, di Pitagora e del ricordo di uno dei suoi grandi cantori: Adriano Graziotti.Per l’occasione saranno mostrati i suoi cinque “Poliedri Cosmici”, platonico-pitagorico-euclidei, ed esposti all’interno della piccola, ma straordinaria, sfera di 25 cm che li contiene perfettamente. 

La vita e le opere di Graziotti sono certamente di quelle che fanno onore all’Italia. 

Era nato a Carpenedolo, nel bresciano, il 7 maggio 1912 e morì a Castenedolo, 18 novembre 2000. Èstato uno scultore, pittore e importante matematico italiano, per molti ancora un genio tutto da scoprire e i suoi celebri poliedri tridimensionali in legno di balsa saranno presentati durante la tavola rotonda.

Attualmente si fa un gran parlare di aurea proporzione, ma pochi hanno studiato per decenni ed elaborato opere, ancora oggi ritenute straordinarie, di matematica applicata come artigianalmente realizzata da Graziotti che, famosissimo in America è stato dimenticato in un colpevole disinteresse proprio in Italia. 

Solo alcuni coraggiosi esponenti del mondo della cultura hanno compreso il valore di un Italiano “speciale” e hanno dato luogo alla meravigliosa esposizione della Biblioteca Angelica.

Nella stessa occasione verrà presentata il libro Ritmi e Riti, elementi di geometria e metafisica pitagorica di Claudio Lanzi, giunto alla quinta edizione che, per un testo di saggistica filosofico scientifica, è un risultato eccezionale. 

Ingegnere, è nato nel 1943 a Roma. Autore decine di articoli scientifici sulle maggiori riviste italiane del settore, condotto svariate ricerche. Ha fondato la struttura di ricerca “Simmetria”, volta al recupero ed allo studio della musica, della geometria e della scienza, sacralmente intese. Attualmente è presidente di un Museo unico nel suo genere, interamente dedicato ai Riti e ai Miti di ogni tradizione (Il Simmetria Institute Library Museum di Attigliano) 

Graziotti e Lanzi si sono conosciuti alla fine degli anni ‘90 ed hanno scoperto, con entusiasmo, infinite affinità elettive ed interessi per lo studio scientifico e filosofico della grande scuola di Pitagora. Entrambi hanno studiato, scritto, ma soprattutto tradotto in opere scientifiche il loro amore per i principi universali che reggono la cosmogonia di tutte le tradizioni e delle religioni del mondo.

Di grande interesse, nella serata ad Amelia, sarà anche l’esibizione di musicisti che affiancherà i relatori per rendere “udibile” il lavoro matematico e artistico dei due autori attraverso il canto armonico, base per la comprensione acustica dello sviluppo della vita e delle infinite meraviglie di accrescimento della natura. 

Ci saranno, inoltre, anche l’esposizione di tavole geometrico-alchemiche ineditedove non mancherà il grande “Panquadrato magico” di 64 righe e 64 colonne (una specie di colossale “sudoku” che possiede qualità matematiche molto particolari). Tale quadrato è stato un primato straordinario che verrà spiegato nelle sue fantastiche geometrie e nella sua incredibile complessità realizzativa. 

Insomma, tanti tesori da conoscere e da ammirare in una sola sera ed un’occasione unica, per chi ama la cultura, veramente stimolante.                 

2 recommended
bookmark icon