Ambiente

ZONE 30 KM/ORA

• Bookmarks: 2


L’importanza delle Zone 30 per la Mobilità Sostenibile
di Romeo Piazza

Negli ultimi anni, le Zone 30 sono diventate un elemento cruciale nelle strategie di mobilità sostenibile delle città europee e di molte altre aree urbane nel mondo e solo nel nostro paese assistiamo ad un “conflitto politico” che non ha senso se consideriamo i numerosi e importanti vantaggi che tali aree sono in grado di generare per la cittadinanza. 

Ma cosa sono esattamente le Zone 30, e perché sono così importanti?

Le Zone 30 sono aree urbane in cui il limite di velocità è fissato a 30 chilometri l’ora. Queste zone vengono implementate principalmente nei quartieri residenziali, nelle vicinanze delle scuole, e in aree con alta densità di pedoni e ciclisti. L’obiettivo principale è aumentare la sicurezza stradale, ridurre il numero di incidenti e promuovere una migliore convivenza tra i diversi utenti della strada.

I vantaggi delle Zone 30 sono diversi e importanti sia in termini di salute pubblica che in termini economici, nonché di riqualificazione dello spazio urbano in termini di una maggiore socialità.

Più specificamente i vantaggi delle zone 30 sono:

la maggiore sicurezza stradale per la riduzione della velocità che diminuisce significativamente la gravità degli incidenti. Gli studi dimostrano che la probabilità di sopravvivenza di un pedone investito da un veicolo a 30 km/h è molto più alta rispetto a un incidente a 50 km/h.

Il miglioramento della qualità della vita perché le Zone 30 contribuiscono a creare un ambiente urbano più tranquillo e vivibile. La riduzione della velocità porta a una diminuzione del rumore del traffico.

Un incentivo alla mobilità attiva per la maggior sicurezza che rende più attraenti tali aree per i pedoni e i ciclisti. Questo incoraggia l’uso di modalità di trasporto sostenibili come camminare e andare in bicicletta, riducendo la dipendenza dall’automobile.

La riduzione delle emissioni perché a velocità più basse, i veicoli tendono a consumare meno carburante e produrre meno emissioni inquinanti. Questo contribuisce a migliorare la qualità dell’aria nelle aree urbane, con benefici significativi per la salute pubblica.

La promozione del commercio locale perché le strade più sicure e tranquille attraggono più persone a piedi e in bicicletta, il che ha evidenziato un aumento dell’affluenza ai negozi locali e alle attività commerciali.

La realizzazione delle Zone richiede un’attenta pianificazione e una comunicazione efficace con la comunità locale. È infatti essenziale che queste zone siano ben segnalate e che vengano effettuate modifiche infrastrutturali (riqualificazione dell’ambiente urbano), come l’installazione di dossi, restringimenti della carreggiata e miglioramenti alla segnaletica stradale, per garantire il rispetto dei limiti di velocità.

Città come Berlino, Barcellona e Parigi e Bologna hanno introdotto estese Zone 30, ottenendo risultati positivi in termini di riduzione degli incidenti stradali e miglioramento della qualità della vita urbana. Questi esempi dimostrano che, con le giuste politiche e il coinvolgimento della comunità, le Zone 30 possono diventare una componente fondamentale delle strategie di mobilità sostenibile.

Le Zone 30 rappresentano un passo avanti significativo verso una mobilità più sicura, sostenibile e inclusiva e sono pertanto un esempio tangibile di come le città possano adattarsi per affrontare le sfide del XXI secolo, creando ambienti urbani più vivibili per tutti.

2 recommended
bookmark icon